stemma
 

Seguici su facebook

SI AVVISA LA CITTADINANZA CHE LA GIUNTA COMUNALE HA ADOTTATO LA DELIBERAZIONE N. 12 DEL 30.03.2020 AD OGGETTO "EMERGENZA SANITARIA DA COVID19 – MISURE DI SOSTEGNO ALLA CITTADINANZA - SOSPENSIONE DEI TERMINI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE COMUNALI."
SCARICA LA DELIBERA

AVVISO EMERGENZA COVID-19
MISURE URGENTI DI SOLIDARIETA’ ALIMENTARE
BUONI SPESA PER SOSTEGNO ALIMENTARE ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’

A seguito dell’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 29.03.2020 e in ossequio alla Deliberazione della Giunta Comunale n. 13 del 30.03.2020, si avvisa la cittadinanza che i nuclei familiari censiti presso l’anagrafe comunale che versino in stato di attuale difficoltà possono accedere all’erogazione di buoni spesa per soddisfare le necessità alimentari più urgenti ed essenziali.
A) Platea di destinatari: Destinatari degli interventi non sono i singoli, ma i nuclei familiari censiti presso l’anagrafe comunale che versino in stato di attuale difficoltà. Pertanto beneficiario sarà l’intestatario della scheda di famiglia che è altresì il soggetto che dovrà avanzare domanda di accesso ai benefici. Il beneficio sarà attribuito ai nuclei familiari, anche se costituiti da un unico soggetto, residenti nel Comune di Ruviano, che versino in condizioni di disagio economico derivanti dall’emergenza epidemiologica in corso, dando priorità a coloro che si trovino in situazione di disagio economico e nelle seguenti condizioni:
•    Presenza nel nucleo familiare di uno o più figli, con priorità per quelli minori di età, a carico;
•    Presenza nel nucleo familiare di uno o più componenti disabili;
•    Non risultino assegnatari e che non abbiano nel proprio nucleo familiare componenti destinatari di altre misure di sostegno pubblico (Reddito di cittadinanza, Rei, Naspi, Cassa integrazione, etc.), diverse da quelle indicate alla successiva lettera b);
B) Cause di esclusione dal beneficio: Non potranno presentare istanza i soggetti che percepiscono risorse economiche in quanto rientrano nelle categorie sotto indicate o che abbiano nel nucleo familiare componenti che appartengano alle stesse:

  • dipendenti di pubbliche amministrazioni;
  • titolari di pensione di vecchiaia, anzianità;
  • titolari di accumuli bancari e/o postali, buoni fruttiferi, di reddito da locazioni attive e/o altre forme di risorse economiche proprie;
  • titolari o dipendenti di attività non soggette a chiusura obbligatoria ai sensi della normativa di contrasto all’emergenza COVID-19.

C) Oggetto del beneficio: Il beneficio attivabile consisterà nell’erogazione diretta di buoni spesa per la fornitura di generi alimentari di prima necessità.
Il buono spesa potrà essere speso presso i soggetti economici privati che abbiano sottoscritto con l’Ente apposita convenzione predisposta dal Responsabile dei Servizi Sociali, in seguito ad apposita anche informale manifestazione di interesse e/o contattati direttamente dall’Amministrazione, anche per il tramite della Protezione Civile.
Il Comune collaborerà con i soggetti convenzionati al fine di assicurare ai cittadini la più ampia informazione sui contenuti e sulle opportunità derivanti dall’iniziativa.
L’elenco degli esercizi commerciali aderenti sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Ruviano www.comuneruviano.it
D) Caratteristiche del beneficio: I buoni spesa di solidarietà alimentare saranno cumulabili, personali (ovvero utilizzabili esclusivamente dal titolare, quale indicato all’interno del buono stesso), non trasferibili, né cedibili a terzi, non convertibili in denaro contante. Dovranno, altresì, essere spesi entro il 30.04.2020.
I soggetti beneficiari individuati riceveranno in unica soluzione buoni spesa in tagli da 10 euro.
I buoni verranno consegnati a domicilio dal personale dell'Ufficio Servizi Sociali, avvalendosi all’uopo della Protezione Civile, e non potranno essere richiesti presso gli uffici comunali.
E) Presentazione dell’istanza: i buoni spesa potranno essere richiesti esclusivamente dall’intestatario della scheda di famiglia (capofamiglia), utilizzando l’allegato modulo contenente autocertificazione del possesso dei requisiti, debitamente sottoscritto, e allegando obbligatoriamente copia di un documento di riconoscimento del sottoscrittore, ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12.00 DEL 06 APRILE P.V., tramite le seguenti modalità:

  • trasmissione a mezzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;

 

  • trasmissione a mezzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ;
  • fax n° 0823-860444;
  • consegna presso il proprio domicilio nelle mani di personale dei Servizi Sociali, avvalendosi all’uopo della Protezione Civile, previa fissazione di appuntamento ai recapiti sopra indicati;
  • solo nei casi in cui si possa procedere ai sensi dei punti precedenti, mediante consegna a mano presso l’Ente, previa fissazione di appuntamento ai recapiti sopra indicati ovvero al numero telefonico 0823-860021;

F)  Individuazione degli aventi diritto e della misura del beneficio: Decorso il suddetto termine per la presentazione delle istanze, il Responsabile dei Servizi Sociali predisporrà apposita graduatoria sulla base dei criteri di cui alla lettera A), attribuendo le risorse disponibili, fino ad integrale esaurimento, secondo i seguenti scaglioni:
•    1) € 300,00 per i nuclei familiari con almeno n. 3 figli a carico;  
•    2) € 250,00 per i nuclei familiari con n. 2 figli a carico;
•    3) € 200,00 per i nuclei familiari con n. 1 figlio a carico o con persone disabili a carico; 
•    4) € 150,00 per i nuclei familiari composti da almeno n. 2 persone e privi di figli o disabili a carico;
•    5) € 100,00 per nuclei familiari monopersonali.
N.B. QUALORA IL NUMERO DELLE DOMANDE PERVENUTE NON CONSENTISSE DI EROGARE A CIASCUN NUCLEO FAMILIARE I SUDDETTI IMPORTI, GLI STESSI SARANNO PROPORZIONALMENTE RIDETERMINATI IN FUNZIONE DEL NUMERO DEGLI AVENTI DIRITTO
G) Revoca del beneficio: Il Responsabile dei Servizi Sociali provvede alla revoca del beneficio in caso di:
a)  accertate variazioni nelle condizioni autocertificate in fase di richiesta di attivazione;
b)  accertato improprio utilizzo dei buoni spesa.
L’AMMINISTRAZIONE SI RISERVA DI EFFETTUARE IDONEI CONTROLLI A CAMPIONE SULLE DICHIARAZIONI RESE, DISPONENDO NEI CASI ACCERTATI DI DICHIARAZIONI MENDACI, LA REVOCA DAL BENEFICIO E LA DENUNCIA ALL’AUTORITÀ GIUDIZIARIA. 
 
ALLEGATO: MODULO DI ISTANZA
 
Ruviano, 31.03.2020
Il Responsabile dei Servizi Sociali
Dott.ssa Filomena Tufano